Chi siamo

Impallomeni

 L'Istituto di Istruzione Superiore "G.B. Impallomeni" di Milazzo è nato nel 1998 dalla fusione dell'omonimo Liceo Ginnasio Statale con il Liceo Scientifico "Antonio Meucci": due istituzioni che godevano di grande prestigio culturale nella città di Milazzo, nel suo hinterland e in genere in tutta la provincia, le quali, riunendosi in una unica entità, hanno dato vita a una comunità scolastica che si è proposta negli anni la formazione intellettuale, morale e sociale dei giovani, facendo riferimento ai principi democratici della nostra Costituzione. 

A partire dal corrente anno scolastico l’Istituto si apre al territorio con un’altra importante realtà: l’avvio di due sezioni di Liceo Linguistico.

Pur mantenendo le peculiarità relative ai differenti curricoli di studio il nuovo soggetto scolastico esprime un unico Consiglio d'Istituto, che ha il compito di favorire l’attuazione concreta del diritto costituzionale allo studio, inteso come rimozione di tutti gli ostacoli di carattere economico, sociale, culturale e ambientale; come pure unico è il Collegio dei Docenti, che adotta tutte le strategie utili all’efficacia dell’azione didattica nei confronti di tutti gli studenti, specie di quelli in difficoltà, e in ogni caso con la dovuta attenzione ai casi d’eccellenza

L'Istituto di Istruzione Superiore “Impallomeni” raccoglie un vasto bacino di utenza comprendente non solo studenti di Milazzo ma anche provenienti dai comuni limitrofi, per cui il profilo storico-culturale e sociale degli utenti è vario. La partecipazione delle famiglie alla vita della scuola è generalmente propositiva e costruttiva: rari perciò sono i casi di dispersione scolastica. I casi di disagio giovanile sono contenuti e, di norma, abbastanza governabili. Il territorio, per le sue caratteristiche, per la storia e i monumenti presenti, offre occasione di approfondimenti formativi. La presenza nel tessuto economico, d’industrie ad alta tecnologia e di livello occupazionale medio-alto (Acciaierie del Tirreno, Edipower, Raffineria Mediterranea), unitamente a una diffusa rete di piccole e medie imprese artigianali e commerciali è occasione di un proficuo rapporto sociale e culturale con il mondo del lavoro. La scuola cura inoltre i rapporti di collaborazione con gli Enti Locali e si avvale della disponibilità di operatori ed esperti per eventuali iniziative integrative.

Ogni persona si trova oggi nella necessità di riorganizzare e reinventare i propri saperi, le proprie competenze e persino il proprio stesso lavoro. Le tecniche e le competenze diventano obsolete nel giro di pochi anni. Per questo l’obiettivo del liceo non è solo quello di inseguire lo sviluppo di singole tecniche e competenze ma piuttosto quello di formare saldamente ogni persona sul piano cognitivo e culturale, affinché possa affrontare positivamente l’incertezza e la mutevolezza degli scenari  sociali e professionali, presenti e futuri.

L’Istituto “Impallomeni” presenta un’altissima percentuale di ex allievi che si sono laureati sia in discipline umanistiche che scientifiche contribuendo al miglioramento della struttura sociale ed economica dei territori e delle comunità nei quali si sono inseriti a livello locale, nazionale, europeo e internazionale. 

L’identità del Liceo “Impallomeni” si caratterizza per la continua ricerca di coerenza tra i compiti istituzionali e i cambiamenti della società e della cultura attraverso la trasmissione e la dinamica interpretazione dei valori e dei saperi del mondo classico e del mondo contemporaneo.

La Scuola ha sempre vissuto nel suo interno le esperienze della vita civile, filtrate dal lavoro dei docenti che hanno formato gli allievi ai valori della cultura e della libertà, nell'equilibrio e nel rispetto dei diritti dei cittadini.

Il profilo e l’identità complessiva dell’I.I.S. “G. B. Impallomeni” sono quelli di una  scuola radicata alle proprie tradizioni, nello stesso tempo aperta alle trasformazioni culturali del nostro tempo e alle esigenze di innovazione che lo caratterizzano, propedeutica, pertanto, allo studio universitario e ad un positivo ingresso nel mondo delle professioni, tesa ad ottimizzare il successo, attraverso il recupero degli alunni in difficoltà e la promozione delle eccellenze, capace di delineare percorsi didattici e culturali ben selezionati,  privilegiando la qualità del metodo, cioè l’acquisizione di competenze rispetto alla quantità delle nozioni, capace di rispondere alla necessità dell’ascolto; intenzionata a curare l’accoglienza e a fornire agli allievi la capacità di compiere scelte ragionate, mature e consapevoli, attraverso un’efficace attività di orientamento.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.